1. Newsroom
  2. Perché puntare sulle convertibili nella fase avanzata del ciclo economico
Menu
UBP in the press 15.02.2018

Perché puntare sulle convertibili nella fase avanzata del ciclo economico

Perché puntare sulle convertibili nella fase avanzata del ciclo economico

A 2018 avviato, dopo un anno di record, una domanda è sulla bocca di tutti: cosa ci si può ragionevolmente aspettare da ora in avanti?


Guardando al futuro, rimaniamo ottimisti sul quadro economico generale. La crescita dinamica sincronizzata è in atto e la crescita economica si sta sempre più autosostenendo: si tratta quindi di un macroscenario globale che dovrebbe continuare a offrire supporto agli asset rischiosi.

Tuttavia, questo rafforzamento della crescita mondiale pone il 2018 come anno di transizione. Con l'intensificarsi del ciclo economico, che si avvicina sempre più alla sua fase “matura”, sorgono nuove sfide. In particolare, la normalizzazione delle politiche monetarie da parte delle banche centrali - che dovrebbe portare in futuro a livelli più elevati dei tassi d'interesse - nonché a valutazioni elevate dell’azionario, in particolare negli Stati Uniti. In combinazione con il persistere di preoccupazioni geopolitiche e di politica economica in tutto il mondo, tali sfide legate al "late-cycle" offrono il potenziale per una maggiore volatilità e un maggiore rischio di dispersione nei mercati azionari.

In tali condizioni, la convessità è una risorsa chiave. Grazie alla loro duplice natura, le obbligazioni convertibili consentono agli investitori di rimanere esposti all'ulteriore potenziale di rialzo dei mercati azionari, pur mantenendo i benefici difensivi dell’obbligazionario, oltre ad una sensibilità relativamente inferiore ai tassi di interesse. Inoltre, se si dovesse verificare un aumento della volatilità, si innescherebbe una rivalutazione positiva delle opzioni. Di conseguenza, gli investitori possono aspettarsi che l'opzione di conversione incorporata in questi bond possa beneficiare della crescente volatilità in caso di una correzione del mercato, compensando così in parte l'impatto negativo sull’azionario.

Mescolando le carte tra strategie più "statiche" e più "tattiche" - a vantaggio di queste ultime -, l'attuale fase avanzata del ciclo economico rafforza la validità delle strategie con opzione. Tuttavia, non tutte le opzioni sono uguali.

Rispetto alle opzioni call quotate, la peculiarità dell’opzione delle obbligazioni convertibili offre importanti vantaggi competitivi. In particolare, l'accesso a maturity più lunghe (da qui il ridotto time decay) in condizioni di prezzo relativamente interessanti (rispetto sia ad opzioni call quotate a lungo termine sia “rollate” a breve termine). Inoltre, oggi, gran parte dei bond convertibili incorporano meccanismi di protezione dei dividendi, concepiti per alleviare (o addirittura annullare) l'impatto negativo del pagamento dei dividendi sul valore intrinseco dell'opzione. Un'argomentazione convincente se si considerano i rendimenti attuali dei dividendi, in particolare in Europa.

More about Convertible Bonds

Nicolas Delrue 150x150.jpg

Nicolas Delrue
Head of Investment Specialists

 

Newsletter

Sign up to receive UBP’s latest news & investment insights directly in your inbox

Click and enter your email address to subscribe

Investimenti responsabili

Creare valore con investimenti responsabili

Maggiori informazioni sugli investimenti responsabili

Guardate il video

Le news più lette

UBP in the press 14.09.2017

Exclusive interview with Guy de Picciotto

Neue Zürcher Zeitung (NZZ) - Guy de Picciotto, CEO of Geneva-based bank UBP, believes the financial sector could be at the start of a new era, past problems have been solved, and banks now have the chance to draw on their traditional strengths.

UBP in the press 12.09.2017

Five questions to Norman Villamin

NZZ am Sonntag (10.09.2017) - Interview with Norman Villamin, Chief Investment Officer (CIO) Private Banking and Head of Asset Allocation.

UBP in the press 09.10.2017

Active management still popular among investors

Market - With a team of more than 200 professionals, Union Bancaire Privée (UBP) has become a top-tier asset manager. UBP focuses on active management and is now a major player in the asset management industry. We spoke to Nicolas Faller, co-CEO of Asset Management at UBP.


Altro da leggere

UBP in the press 13.09.2018

Asset TV Masterclass: Fixed Income

Considering the rising-rate environment we find ourselves in, what sort of role does fixed income play in a portfolio, and what can be done to protect investors from declining liquidity? Mohammed Kazmi, Portfolio Manager & Macro-Strategist Global and Absolute Return Fixed Income at UBP, recently participated in an Asset TV Masterclass, a broadcast outlining the current challenges and opportunities in the biggest asset classes.

UBP in the press 05.09.2018

The role of the luxury sector in fixing the fashion footprint

Le Temps (20.08.2018) - The fashion industry has a disturbingly large ecological footprint.xx

UBP in the press 03.09.2018

Come affrontare un mercato obbligazionario globale sempre più illiquido

Invice - Poiché è probabile che quest'anno la BCE concluda il suo programma di acquisto di asset e che la Federal Reserve riporti gradualmente il suo bilancio a livelli normali, la pressione sui mercati del credito, abituati negli ultimi dieci anni a politiche molto accomodanti da parte delle banche centrali, aumenta.