1. Newsroom
  2. Perché puntare sulle convertibili nella fase avanzata del ciclo economico
Menu
UBP in the press 15.02.2018

Perché puntare sulle convertibili nella fase avanzata del ciclo economico

Perché puntare sulle convertibili nella fase avanzata del ciclo economico

A 2018 avviato, dopo un anno di record, una domanda è sulla bocca di tutti: cosa ci si può ragionevolmente aspettare da ora in avanti?


Guardando al futuro, rimaniamo ottimisti sul quadro economico generale. La crescita dinamica sincronizzata è in atto e la crescita economica si sta sempre più autosostenendo: si tratta quindi di un macroscenario globale che dovrebbe continuare a offrire supporto agli asset rischiosi.

Tuttavia, questo rafforzamento della crescita mondiale pone il 2018 come anno di transizione. Con l'intensificarsi del ciclo economico, che si avvicina sempre più alla sua fase “matura”, sorgono nuove sfide. In particolare, la normalizzazione delle politiche monetarie da parte delle banche centrali - che dovrebbe portare in futuro a livelli più elevati dei tassi d'interesse - nonché a valutazioni elevate dell’azionario, in particolare negli Stati Uniti. In combinazione con il persistere di preoccupazioni geopolitiche e di politica economica in tutto il mondo, tali sfide legate al "late-cycle" offrono il potenziale per una maggiore volatilità e un maggiore rischio di dispersione nei mercati azionari.

In tali condizioni, la convessità è una risorsa chiave. Grazie alla loro duplice natura, le obbligazioni convertibili consentono agli investitori di rimanere esposti all'ulteriore potenziale di rialzo dei mercati azionari, pur mantenendo i benefici difensivi dell’obbligazionario, oltre ad una sensibilità relativamente inferiore ai tassi di interesse. Inoltre, se si dovesse verificare un aumento della volatilità, si innescherebbe una rivalutazione positiva delle opzioni. Di conseguenza, gli investitori possono aspettarsi che l'opzione di conversione incorporata in questi bond possa beneficiare della crescente volatilità in caso di una correzione del mercato, compensando così in parte l'impatto negativo sull’azionario.

Mescolando le carte tra strategie più "statiche" e più "tattiche" - a vantaggio di queste ultime -, l'attuale fase avanzata del ciclo economico rafforza la validità delle strategie con opzione. Tuttavia, non tutte le opzioni sono uguali.

Rispetto alle opzioni call quotate, la peculiarità dell’opzione delle obbligazioni convertibili offre importanti vantaggi competitivi. In particolare, l'accesso a maturity più lunghe (da qui il ridotto time decay) in condizioni di prezzo relativamente interessanti (rispetto sia ad opzioni call quotate a lungo termine sia “rollate” a breve termine). Inoltre, oggi, gran parte dei bond convertibili incorporano meccanismi di protezione dei dividendi, concepiti per alleviare (o addirittura annullare) l'impatto negativo del pagamento dei dividendi sul valore intrinseco dell'opzione. Un'argomentazione convincente se si considerano i rendimenti attuali dei dividendi, in particolare in Europa.

More about Convertible Bonds

Nicolas Delrue 150x150.jpg

Nicolas Delrue
Head of Investment Specialists

 

Newsletter

Sign up to receive UBP’s latest news & investment insights directly in your inbox

Click and enter your email address to subscribe

Expertise

Impact investing, il futuro comincia oggi

L’impact investing ha il compito di impegnarsi per risolvere i più pressanti problemi globali identificando interessanti investimenti a lungo termine.
Continua

Le news più lette

UBP in the press 18.10.2018

Tech sector driven by innovation

Sphere (10.2018) - Since the 2008-09 global financial crisis, the global technology sector has delivered an impressive annual return of 15.4%, easily outpacing global equities as a whole (10.2%).

UBP in the press 26.09.2018

Asset TV Fund Selector: Fixed Income

What does the end of quantitative easing mean for bond investors? What should be the right exposure to emerging bond markets and why are active managers better equipped than passive ones to handle the return of volatility? Mohammed Kazmi, Portfolio Manager & Macro-Strategist Global and Absolute Return Fixed Income at UBP, recently participated in an Asset TV broadcast outlining the risk and reward trade-offs in fixed-income markets over the next six to twelve months.

UBP in the press 28.09.2018

AI will benefit Swiss banks

Bilan (25.09.2018) - “If I had to bet on which would be the leading professions in the years to come, Swiss bankers would be on the list!” This prediction by Laurent Alexandre, the founder of the Doctissimo.fr website, may come as a surprise to some.


Altro da leggere

UBP in the press 12.11.2018

Finance is committed to protecting the planet, there’s no turning back

Le Temps (12.11.2018) - Sustainable growth and protecting the planet are compatible.

UBP in the press 07.11.2018

Asset TV Fund Selector: ESG & Impact Investing

Once considered a niche investment activity, sustainable investing is increasingly moving into the mainstream across all asset classes.

UBP in the press 05.11.2018

Commodities outlook in a volatile market environment

Agefi Indices (23.10.2018) - With the exception of oil, the commodity complex as a whole has been struggling since the beginning of the year on concerns about the escalation of the US–China trade war and a stronger US dollar.