1. Newsroom
  2. Nuova strategia sulla piattaforma UBP di UCITS alternativi
Menu
Comunicati stampa 05.06.2018

Nuova strategia sulla piattaforma UBP di UCITS alternativi

Nuova strategia sulla piattaforma UBP di UCITS alternativi

UBP annuncia il lancio di una nuova strategia di arbitraggio sulla sua piattaforma di UCITS alternativi in collaborazione con Cheyne Capital Management (UK) LLP («Cheyne Capital»), società di gestione con sede a Londra specializzata negli investimenti alternativi. Si aggiunge così un quarto fondo alla piattaforma UBP di UCITS alternativi che ora gestisce capitali per quasi 700 milioni di CHF.


Il nuovo fondo è gestito da Pierre di Maria, responsabile delle strategie «event driven» presso Cheyne Capital, che ha maturato più di 18 anni di esperienza in questa categoria di asset e vanta una solida competenza nella gestione di portafogli, acquisita presso Meditor, Highbridge e Lehman.

Il fondo offre una liquidità giornaliera e segue un approccio all’arbitraggio che combina una componente principale a rendimento (merger arbitrage, ossia arbitraggio su titoli per i quali siano in corso o previste operazioni di fusione, collocamento, acquisizione, OPA o altre operazioni sul capitale) con il cosiddetto arbitraggio misto, volto a beneficiare delle opportunità di arbitraggio non collegate alle fusioni e alle acquisizioni. Gestito come pura strategia «market neutral» con un basso beta di mercato, il fondo fornisce un’esposizione decorrelata dalle altre categorie di asset e per gli investitori può fungere da sostituto interessante agli strumenti obbligazionari nella costruzione del portafoglio.

Questo fondo è il più recente elemento della piattaforma di UCITS alternativi di UBP, che comprende già:

  • una strategia discrezionale «global macro» che utilizza un’analisi fondamentale approfondita per sfruttare le tendenze macroeconomiche in atto sui mercati sviluppati ed emergenti e investe in una vasta gamma di mercati e strumenti liquidi (obbligazioni/tassi d’interesse, divise, obbligazioni societarie, indici azionari);
  • una strategia azionaria long/short che punta a conseguire performance più elevate rettificate per il rischio mediante allocazioni dinamiche e opportunistiche del capitale per avvalersi dei cambiamenti strutturali in corso nei settori delle infrastrutture, delle utilities e delle energie alternative;
  • una strategia azionaria long/short focalizzata sul settore globale della salute e, prioritariamente, sul campo terapeutico, volta a identificare opportunità d’investimento («long» e «short») in tutte le capitalizzazioni di borsa e le aree geografiche basandosi su una rigorosa analisi scientifica e finanziaria.

Commentando questo lancio, Nicolas Faller, co-CEO della divisione Asset Management di UBP, ha dichiarato:

«Cheyne Capital è un affermato gestore di investimenti alternativi con una strategia «event driven» che raccoglie successi duraturi.»

«Siamo molto lieti di avviare questa collaborazione, soprattutto nel contesto attuale, contrassegnato da una chiara esigenza da parte dei clienti di una soluzione complementare agli strumenti obbligazionari liquidi con una debole correlazione alle categorie di asset tradizionali.»

Jonathan Lourie, co-fondatore, CEO e CIO di Cheyne Capital, ha aggiunto: «Siamo molto soddisfatti di essere stati scelti da un istituto prestigioso come UBP per gestire questa strategia di arbitraggio UCITS, che crediamo sia ottimamente indicata in un contesto di crescente volatilità, sia in virtù della sua neutralità di mercato sia perché i cambiamenti di regime a fine ciclo tendono a favorire le operazioni di fusione e acquisizione.»

Caricare il pdf

A proposito di Cheyne Capital

Cheyne Capital è una società di gestione di fondi specializzata negli investimenti alternativi costituita nel 2000 con sede a Londra. È nota per il suo approccio innovativo e ha cominciato ben presto a raccogliere successi nel generare valore per gli investitori tramite importanti dislocazioni in borsa. Oggi Cheyne Capital è uno dei leader nel segmento del debito immobiliare europeo e ha sviluppato un programma in obbligazioni societarie «investment grade» e crossover che ha generato performance annue nette del 15% dalla sua attivazione, avvenuta nel 2002. Con una filosofia d’investimento fondata su una rigorosa analisi fondamentale, la società si distingue anche per altri settori di competenza, tra cui l’«event driven», le azioni, le obbligazioni convertibili, lo «strategic value credit» e l’investimento a impatto sociale nel settore immobiliare.

A proposito di Union Bancaire Privée

UBP è una delle principali banche private in Svizzera e si annovera tra gli istituti con la maggiore capitalizzazione, con un indice di capitalizzazione Tier 1 del 27,5% al 31 dicembre 2017. La Banca è specializzata nella gestione patrimoniale per i clienti privati e istituzionali. Ha sede a Ginevra e un organico di 1’697 persone in oltre venti ubicazioni nel mondo; al 31 dicembre 2017 amministrava 125,3 miliardi di franchi.

Newsletter

Sign up to receive UBP’s latest news & investment insights directly in your inbox

Click and enter your email address to subscribe

Expertise

Impact investing, il futuro comincia oggi

L’impact investing ha il compito di impegnarsi per risolvere i più pressanti problemi globali identificando interessanti investimenti a lungo termine.
Continua

Le news più lette

Comunicati stampa 19.07.2018

UBP l’utile netto sale a 115 milioni di CHF nel primo semestre 2018

L’utile netto ha riportato un aumento del 5,3% rispetto a fine giugno 2017, passando da 109,5 milioni di franchi ai 115,3 milioni di franchi di fine giugno 2018. Il risultato operativo raggiunge quota 147,4 milioni di franchi, registrando un progresso del 10,1% (+13,5 milioni di CHF) rispetto ai 133,9 milioni dell’anno precedente. Il patrimonio in gestione sale a 128,4 miliardi di franchi grazie a un afflusso netto di capitali pari a 2,7 miliardi.

Comunicati stampa 19.07.2018

UBP si espande nel Regno Unito con l’acquisizione di ACPI

Union Bancaire Privée, UBP SA (UBP) ha annunciato di aver stipulato un accordo per l’acquisizione di ACPI Investments Limited (ACPI), una società indipendente di gestione degli investimenti con sede a Londra, e delle attività di ACPI IM Limited a Jersey. L’operazione è soggetta all’approvazione delle competenti autorità regolatorie e si prevede che sarà perfezionata nel quarto trimestre 2018.
Comunicati stampa 31.05.2018

UBP acquisirà Banque Carnegie Luxembourg

Union Bancaire Privée, UBP SA (UBP) e Carnegie Investment Bank AB (publ) hanno annunciato in data odierna di aver stipulato un accordo in virtù del quale Union Bancaire Privée (Europe) S.A. acquisirà Banque Carnegie Luxembourg S.A. (BCL). L’operazione è soggetta all’approvazione delle competenti autorità regolatorie e si prevede che sarà perfezionata nel quarto trimestre 2018.


Altro da leggere

Comunicati stampa 17.10.2018

UBP lancia una strategia azionaria «Positive Impact Equity»

Union Bancaire Privée ha annunciato di avere arricchito la sua gamma di soluzioni d’investimento sul mercato azionario con la nuova strategia «Positive Impact Equity». La Banca testimonia così il suo impegno a favore degli investimenti responsabili e risponde alla crescente domanda da parte dei clienti di investimenti che combinino aspetti etici e performance.

Comunicati stampa 19.07.2018

UBP l’utile netto sale a 115 milioni di CHF nel primo semestre 2018

L’utile netto ha riportato un aumento del 5,3% rispetto a fine giugno 2017, passando da 109,5 milioni di franchi ai 115,3 milioni di franchi di fine giugno 2018. Il risultato operativo raggiunge quota 147,4 milioni di franchi, registrando un progresso del 10,1% (+13,5 milioni di CHF) rispetto ai 133,9 milioni dell’anno precedente. Il patrimonio in gestione sale a 128,4 miliardi di franchi grazie a un afflusso netto di capitali pari a 2,7 miliardi.

Comunicati stampa 19.07.2018

UBP si espande nel Regno Unito con l’acquisizione di ACPI

Union Bancaire Privée, UBP SA (UBP) ha annunciato di aver stipulato un accordo per l’acquisizione di ACPI Investments Limited (ACPI), una società indipendente di gestione degli investimenti con sede a Londra, e delle attività di ACPI IM Limited a Jersey. L’operazione è soggetta all’approvazione delle competenti autorità regolatorie e si prevede che sarà perfezionata nel quarto trimestre 2018.