1. Newsroom
  2. Puntare sulle small cap
Menu
Analisi 24.05.2017

Puntare sulle small cap

Puntare sulle small cap

Opportunità d'investimento con un’esposizione selettiva nelle regioni


Tesi d’investimento

  • Le società a piccola e media capitalizzazione («SMID cap») offrono spesso un solido potenziale di crescita, in particolare nei settori dove si contraddistinguono per i livelli elevati di innovazione, il che è fondamentale per assicurare il mantenimento di tassi di crescita superiori. 
  • Questo universo d’investimento tende a essere meno coperto dagli analisti, di conseguenza i gestori di portafoglio dedicati possono generare valore aggiunto scoprendo le «perle». 
  • Per investire nelle small e mid cap occorre credere nello spirito imprenditoriale e aderire alla filosofia dei fondatori. 
  • In qualità di gestore attivo, UBP attribuisce importanti risorse a questo segmento, coprendo tre dei più grandi mercati. 
  • Riteniamo che per un portafoglio ben equilibrato sia opportuno scegliere un’esposizione a lungo termine nel segmento delle small e mid cap. 
  • La riforma della fiscalità delle imprese negli Stati Uniti dovrebbe favorire in particolare le «SMID cap», la cui pressione fiscale tende a essere più pesante rispetto a quella delle large cap. 
  • In considerazione della loro esposizione internazionale e del loro CFROI elevato, le small e mid cap offrono interessanti opportunità d’investimento.

Fino a qui, le azioni hanno nel complesso beneficiato di uno scenario globale positivo poiché le borse hanno tratto vantaggio dall’accelerazione della crescita degli utili. Dall’inizio del 2017 giungono segnali di recupero dai mercati azionari mondiali, con stime di crescita degli utili per azione del 13% rispetto al 2% nel 2016.
Il ciclo di ripresa è stato sostenuto dalle anticipazioni d’investimento nelle infrastrutture e nell’apparato industriale legate al «Trump Trade», il rally dei mercati azionari messo a segno dopo l’elezione di Trump. Il movimento al rialzo ha coinvolto anche le small e mid cap, sebbene non tutti i mercati si siano mossi alla stessa velocità: Stati Uniti, Europa e Svizzera.
Read the White Paper

SOUSSAN Benjamin 150x150.jpg

Benjamin Soussan
Investment Specialist

EYSSAUTIER Jean-Luc 150x150.jpg

Jean-Luc Eyssautier
Investment Specialist

LE BERRE Cedric 150x150.jpg

Cédric Le Berre
Investment Specialist

WATCH OUT FOR THE REPLAY

REPLAY - Web conference on small and mid caps

With Charles Anniss, Cédric Le Berre and Benjamin Soussan.

Watch the replay
Small and mid caps

A fertile hunting ground for active managers

Learn more about our expertise on small and mid caps

Watch the video

Le news più lette

Analisi 22.02.2018

Strong fundamentals to help overcome recent market volatility

Since the beginning of the year, investors’ concerns over a return of inflation have come back to the fore and triggered a sharp sell-off in US Treasury bonds. Investors were initially unfazed, as this move reflected solid US growth prospects.

Analisi 21.02.2018

Asian markets welcome the Year of the Dog

From the Desk of a Fund Manager (February 2018): New Federal Reserve Chairman Jerome Powell’s first day on the job saw him take up the post following an unexpected pick-up in US wage data in January.

Analisi 20.02.2018

Le ragioni dietro la correzione del prezzo del petrolio

Il prezzo del petrolio WTI è stabile dall’inizio dell’anno dopo aver visto, nel 2018, il miglior esordio in oltre un decennio e aver raggiunto un il livello massimo di 66,5 dollari a metà gennaio.

Altro da leggere

Analisi 22.02.2018

Strong fundamentals to help overcome recent market volatility

Since the beginning of the year, investors’ concerns over a return of inflation have come back to the fore and triggered a sharp sell-off in US Treasury bonds. Investors were initially unfazed, as this move reflected solid US growth prospects.

Analisi 21.02.2018

Asian markets welcome the Year of the Dog

From the Desk of a Fund Manager (February 2018): New Federal Reserve Chairman Jerome Powell’s first day on the job saw him take up the post following an unexpected pick-up in US wage data in January.

Analisi 20.02.2018

Le ragioni dietro la correzione del prezzo del petrolio

Il prezzo del petrolio WTI è stabile dall’inizio dell’anno dopo aver visto, nel 2018, il miglior esordio in oltre un decennio e aver raggiunto un il livello massimo di 66,5 dollari a metà gennaio.